11 novembre 2019

Gambe gonfie: 8 consigli per accelerare il sollievo

Pubblicato da Ortopedia Gomiero.

Avere le gambe gonfie può essere il risultato di uno sforzo fisico, difficoltà circolatorie o ritenzione di liquidi. Questo sintomo, che di solito affligge le donne, è descritto come una sensazione di pesantezza che a volte rende difficile il movimento.

Spesso provoca episodi di dolore prolungato che diminuisce solo con il riposo; Inoltre, può essere accompagnato da formicolio, intorpidimento e altri sintomi la cui mancanza di controllo può ridurre significativamente la qualità della vita.

Sebbene nella maggior parte dei casi scompaia senza la necessità di trattamenti, esistono alcune misure per controllarlo in modo naturale. Successivamente analizzeremo le sue cause principali e vedremo 8 semplici suggerimenti per accelerarne il recupero.

 

Quali sono le cause delle gambe gonfie?

Il motivo principale di questa problematica è legato al fatto che la circolazione sanguigna non scorre in modo ottimale nella parte inferiore del corpo. La legge di gravità, oltre alla pressione causata dal peso, rende difficile il normale ritorno del flusso sanguigno al cuore.

Un altro fattore scatenante è la ritenzione dei liquidi causata da una difficoltà nel funzionamento renale. Questo disturbo di solito deriva dall’eccessiva assunzione di sodio, ma anche da vari tipi di malattie.

 

Cos’altro influenza le gambe gonfie?

–  In primo luogo, rimanere a lungo in piedi o seduti
–  Essere incinta
–  Essere in sovrappeso o obesi
–  Consumare farmaci per il controllo del diabete o dell’ipertensione
–  Soffrire di insufficienza cardiaca o renale
–  Avere malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide
–  Indossare scarpe inadatte (come i tacchi)
–  Condurre uno stile di vita sedentario
–  Infine, subire colpi o traumi

Sintomi di gambe gonfie

Le gambe gonfie sono caratterizzate da una notevole infiammazione in aree come ginocchia e polpacci. Tuttavia, questo disagio tende a innescare altri sintomi spiacevoli la cui intensità varia a seconda della causa sottostante. In questo modo, i più comuni includono:

 

– Sensazione di pesantezza e stanchezza alle gambe
– Formicolio, prurito e crampi
– Gambe arrossate e calde al tatto
– Dolore che aumenta quando si fa uno sforzo fisico
– Aspetto delle vene varicose

In questi casi, suggeriamo sempre la visita da un medico specialista.

Suggerimenti per alleviare le gambe naturalmente gonfie

Quando le gambe gonfie sono il sintomo di qualche malattia, può essere necessario utilizzare farmaci antinfiammatori e analgesici per ottenere un po’ di sollievo. Tuttavia, indipendentemente dalla sua causa, i seguenti suggerimenti, insieme al trattamento medico specifico, possono aiutare ad alleviarle.

1. Alzare le gambe. Mettere le gambe su una superficie alta per alcuni minuti può aiutare a riattivare la circolazione sanguigna. Allo stesso modo, questo semplice esercizio rilassa i muscoli e riduce la sensazione di tensione.

2. Indossare scarpe comode e/o collant flebologici. Indossare scarpe comode e traspiranti può ridurre la ricomparsa di gambe gonfie. Pertanto, anziché indossare tacchi e scarpe strette, è meglio optare per una scarpa bassa, della misura appropriata per l’uso quotidiano. Le calze flebologiche sono un ulteriore valido aiuto per il drenaggio dei liquidi e prevengono, inoltre, il sorgere delle vene varicose.

3. Aumentare il consumo di acqua. Bere tra 6 e 8 bicchieri di acqua al giorno può ridurre al minimo gli squilibri infiammatori che causano disagio nella zona inferiore del corpo. I fluidi stimolano il drenaggio linfatico e favoriscono la corretta eliminazione dei liquidi trattenuti nei tessuti.

4. Fare docce fredde. Una delle migliori terapie naturali per alleviare le gambe gonfie è l’applicazione di acqua fredda. In effetti, questa temperatura stimola il flusso sanguigno e previene complicazioni come le vene varicose. Inoltre, rilassa i muscoli e riduce il dolore.

5. Consumare diuretici. Gli alimenti diuretici, come l’ananas, il sedano o il carciofo, sono ideali per combattere la ritenzione idrica che colpisce le gambe. Grazie alla loro capacità di aumentare le funzioni renali, aumentano la produzione di urina e regolano i liquidi.

6. Esercizio fisico. L’esercizio fisico ha diversi benefici contro gli incontrollabili agenti infiammatori che producono limitazioni nel movimento delle gambe. In primo luogo, aiuta a combattere il sovrappeso, un fattore scatenante per l’infiammazione. Inoltre, combatte la ritenzione idrica e favorisce la circolazione.

7. Utilizzare i sali minerali. I bagni di sale sono il rimedio classico per migliorare la condizione delle gambe gonfie. Inoltre, questo ingrediente agisce come miorilassante, diminuendo la rigidità e la tensione. Il suo leggero effetto analgesico calma il dolore e favorisce il riposo.

8. Fare massaggi. Fare massaggi, preferibilmente con olii essenziali o creme gel specifiche, in particolare di lavanda e menta, stimola le funzioni linfatiche e circolatorie. In effetti, ciò consente di ridurre il gonfiore delle gambe. Pertanto, aumenta l’eliminazione di tossine, liquidi e altri rifiuti che causano questo sintomo.

Conclusione

In conclusione, non dimenticare che è necessario consultare il medico se il gonfiore delle gambe è persistente. A volte, anche se si applicano questi suggerimenti, si verificano altre complicazioni dovute ad altre condizioni non diagnosticate. Pertanto, rivolgiti sempre all’assistenza di un professionista medico ogni volta che ne hai bisogno.

 

 

 

Scopri i benefici di una piccola camminata quotidiana. Leggi questo articolo

Desideri qualche informazione in più sui nostri plantari su misura?

SCOPRI DI PIÙ sulla nostra sezione dedicata