25 giugno 2018

Le calze flebologiche

Pubblicato da Ortopedia Gomiero.

Come ci mostra la nostra esperienza, se restiamo per lungo tempo in piedi o seduti, o soffriamo di alcune patologie, può succedere che le vene delle gambe si gonfino, e la conseguenza è che la forza di gravità farà ristagnare il sangue nelle gambe e nei piedi.

Se soffriamo di crampi notturni, gonfiori e formicolii, raffreddamento di alcune zone di gambe o piedi, facilità ad ematomi, etc siamo molto probabilmente in presenza di “varici” o, per meglio dire, VARICOSI o MALATTIA VARICOSA.

Per il trattamento della malattia varicosa, le indicazioni principali sono, la postura non eretta (“tenere le gambe alte”) e l’utilizzo di calze flebologiche che esercitano una compressione decrescente dalla caviglia alla coscia, aiutando a riportare il sangue verso il cuore. Una visita medica specialistica è fondamentale.

Le calze flebologiche:

– Vengono prescritte da un medico specialista (ad es l’angiologo o il flebologo): lo specialista prenderà le misure e prescriverà la taglia, la tipologia e il grado di compressione
– Si acquistano in una ortopedia sanitaria specializzata
– Sono prodotte con diversi gradi di compressione
– Vanno indossate tutto il giorno e tolte la sera quando si va a dormire
– Possono essere in vari modelli (collant, autoreggenti, etc)
– Solitamente sono in microfibra, poliammide ma anche cotone, per soggetti allergici
– Se utilizzate tutti i giorni hanno una durata dai 4 ai 6 mesi
– Per lavarle è sufficiente acqua tiepida e sapone neutro
– Possono essere detratte come spesa medica

Sei interessato a saperne di più sulle calze flebologiche?

Scopri di più Contattando il nostro personale qualificato