5 settembre 2019

15 minuti di camminata ti migliorano la vita

Pubblicato da Ortopedia Gomiero.

Bastano solo 15 minuti di camminata veloce al giorno per stare meglio, soprattutto quando si sono superati gli -anta. Non è necessario essere scalatori o maratoneti: anche solo scendere in centro per fare la spesa o  fare una passeggiata veloce dopo cena sono percorsi più che sufficienti a garantire una quota-benessere al nostro corpo.

Camminare con regolarità è un vero toccasana: contribuisce infatti a eliminare stress e ansie, quindi a farci riacquistare buonumore, ma anche a ossigenare le cellule, a regolarizzare il respiro e il battito del cuore e ristabilire  i valori della pressione sanguigna, tra le altre cose. Camminare aiuta anche a ridurre il colesterolo “cattivo” (LDL) e alzare quello “buono” (HDL). E’ dimostrato, inoltre, che una regolare attività fisica di questo tipo può  contribuire a prevenire alcuni problemi di salute collegati all’età, come il diabete.

 

 

QUANTO BISOGNA CAMMINARE OGNI GIORNO?

Se siete dei sedentari, non dovete iniziare dall’oggi al domani stravolgendo le vostre abitudini quotidiane: si può introdurre gradualmente questa consuetudine, da portare avanti però con regolarità: 15 minuti al giorno, in assenza di particolari patologie, sono uno standard affrontabile e decisamente consigliato a tutti!
In alternativa, in particolare se si sono superati i 65-70 anni, si può optare per una marcia regolare (quindi più lenta) di 30 minuti al giorno. E’ naturalmente importante tenere in conto della presenza di eventuali malattie croniche o altre condizioni per le quali è bene concordare con il medico limiti e obiettivi dell’attività fisica. Una visita medico specialistica è sempre consigliabile.

 

CONSIGLI PER LA CAMMINATA

Camminare è un’attività che ci viene spontanea, da quando l’abbiamo imparata fin da bambini. Ma anche per camminare è importante approcciarsi in modo corretto e con i giusti strumenti, per raggiungere effettivamente i benefici che questa attività può portarci. E’ importante quindi:

 

Non camminare con scarpe scorrette, ovvero scarpe con tacco alto o con suole che non permettono di appoggiare completamente e con comodità tutto il piede

Appoggiare bene il piede a terra: questo è molto importante, per non gravare su articolazioni del ginocchio o anca/femore

Tenere una postura corretta: camminare con la schiena dritta, guardando avanti a sé, con spalle rilassate. Non fare passi troppo lunghi ma seguire la propria normale andatura, con passi naturali

Desideri ulteriori informazioni sulle scarpe comode?

SCOPRI DI PIÙ sulla nostra sezione dedicata agli articoli sanitari