9 aprile 2018

Incontinenza: mai più un tabù!

Pubblicato da Ortopedia Gomiero.

L’incontinenza urinaria è molto più frequente di quanto si possa pensare. Sono molte le persone, soprattutto dopo i 65 anni, che in conseguenza di uno starnuto, un colpo di tosse o uno sforzo subiscono una perdita involontaria di urina.
Si tratta di un disturbo che colpisce in maggioranza le donne, e può avere cause e caratteristiche differenti.

Possiamo avere un’incontinenza:

Da sforzo: è più frequente nelle donne, può verificarsi in conseguenza anche di sforzi minimi, con una perdita da poche gocce a flussi più abbondanti, ed è causata da un indebolimento dello sfintere uretrale o della muscolatura del pavimento pelvico;
Da urgenza: interessa soprattutto gli anziani, e dipende dalla iperattività involontaria del muscolo vescicale. Il soggetto sente un desiderio impellente di urinare a cui seguono perdite. Si può verificare più volte durante il giorno , ma anche di notte;
Da rigurgito: è più frequente negli uomini, e si verifica quando la vescica è troppo piena, con uscite involontarie causate da un incompleto svuotamento della vescica per cause imputabili a malattie.

Rimedi
Anche per l’incontinenza, giovano una dieta regolare (nella quale non dovete far mancare i liquidi!), evitare il sovrappeso, la riduzione di fumo e della caffeina, ma anche il mantenersi in attività con esercizio fisico regolare. Per ridurre l’incontinenza urinaria (soprattutto da sforzo) possono essere utili degli esercizi per il pavimento pelvico o la terapia comportamentale per una sorta di “addestramento vescicale”.
Sempre consigliamo visita specialistica da un urologo.

Prodotti
Può aiutare la vita di tutti i giorni, contribuendo a ridurre l’imbarazzo che l’improvvisa perdita di urina può provocare quando siamo fuori casa, l’uso di ausili oggi moderni e molto discreti. Non pensate a pesanti e ingombranti pannoloni: oggi si può optare per leggeri assorbenti o per soluzioni indossabili con funzione assorbente e monouso che si portano come biancheria intima. La raccomandazione è di avere particolare cura della pelle nella zona interessata, che diventa particolarmente sensibile e che può essere trattata con uso di creme dedicate.

Soffri di incontinenza ma non vuoi rinunciare alla piscina?

Scopri di più sul nostro e-shop di ortopedia sanitaria